Ritornano nelle librerie le poesie di Rocco Scotellaro (Un nuovo volume delle RCE Multimedia)

        Su iniziativa e per esclusivo merito delle RCE Multimedia edizioni ritornano nelle librerie le poesie di Rocco Scotellaro. E’ un evento che Rabatana saluta con piacere e soddisfazione, consapevole che il contributo divulgativo delle opere in versi e prosa di Scotellaro, dato dal blog, non può soddisfare il bisogno e il maggior vantaggio di leggerle su belle edizioni cartacee. Ed è … Continua a leggere

Diciassette dialoghi poetici tra Michele Guerrieri e Paolo Antonio Guerrieri

«Un intreccio di rime lega due generazioni sugli stessi temi e sulle stesse emozioni in un confronto tra padre e figlio come in uno specchio riflesso. L’uno e l’altro si ritrovano con le parole e con i messaggi in un dualismo, che si può cogliere sino ad appassionare il lettore e rendere unica questa silloge poetica.» (dalla quarta pagina di … Continua a leggere

Il mondo di Calle – Pioggia e sole – Raccolta di poesie di Antonino Gorgone, detto Ninetto

Pioggia e sole è la raccolta di poesie di Ninetto Gorgone finita di stampare nel mese di febbraio 1993 da LA TIPOGRAFICA snc di Matera. Dedicata ai figli Liduina Pia, Gaetano e Giovanni, è divisa in Parte I: l’eco del tempo, con 37 poesie, e Parte II: luci  sparse, con 36 poesie. pioggia è sole è una silloge di due raccolte, corrispondenti alle suddette Parti, presentate … Continua a leggere

Il mondo di Calle – Nove poesie di Ninetto Gorgone – Profili biografici di Silvio Turati e Diego de Catro

  Calle è Turati, dice bene Giulio Dente. È quindi ovvio che questo secondo articolo postato per presentare il mondo di Calle, definisca, riportandolo dall’Archivio storico dei Cavalieri del Lavoro, un profilo biografico del rag. Silvio Turati (1889 – 1980), insignito dell’onorificenza di Cavaliere del Lavoro il 2 giugno 1966 per meriti nel settore dell’industria enologica: «conseguì il diploma di ragioniere. … Continua a leggere

Il mondo di Calle – Poesie di Antonino Gorgone, detto Ninetto – Storia di un’amicizia

  Il ricordo di Ninetto Gorgone, sollecitatomi da Giulio Dente, dà la stura a un racconto non breve e frammentato, che rischia di offuscare la ragione della sollecitazione a far conoscere, tramite rabatana, le poesie di un nostro comune amico.      L’incipiente estate mi sollecita la pubblicazione di una poesia intitolata, per restare in tema, «La trebbia» pubblicata con un disegno di … Continua a leggere

Francesca Cosentino – Rocco Scotellaro, sindaco socialista, poeta, saggista

Francesca Cosentino, nata a Lauria, in provincia di Potenza e insegnante della scuola pubblica a Gallarate, in provincia di Varese, si presenta ai suoi lettori con la seguente sobria dichiarazione, con un incipit significativo. « lucana di nascita e cittadina del mondo per vocazione! sono una giovane professoressa, approdata da poco all’insegnamento nella scuola pubblica italiana, dopo aver fatto qualche anno … Continua a leggere

Sara Romanello – Tesi di laurea: Rocco Scotellaro: una vita al bivio

Sara Romanello ha scritto per Rabatana la seguente nota introduttiva allaa sua tesi di laurea:      «Ho studiato Letteratura e linguistica italiana all’Università degli studi “Roma Tre”.     Anche io, come Scotellaro, provengo da un piccolo paesello lucano “nell’ombra delle nubi sperduto” e anche io ho vissuto e vivo un rapporto di odio-amore con la mia terra: per … Continua a leggere

Maria Teresa Langerano – Tesi di laurea: “Amelia Rosselli e Rocco Scotellaro”

 La tesi di Maria Teresa Langerano «Amelia Rosselli e Rocco Scotellaro» è la prima di tre tesi su Scotellaro che «Rabatana» e si accinge a pubblicare. Rabatana ha anche cortesemente ricevuto da tempo una tesi su Mario Trufelli, che sarà pubblicata se l’autore ne darà il permesso.      Di Maria Teresa Langerano conosco anche alcune sue poesie pubblicate sul  n. … Continua a leggere

Mario Trufelli – L’OMBRA DI BARONE – Postfazione di Franco Vitelli

POSTFAZIONE Franco Vitelli      Alla domanda del perché viaggiamo Consolo in Retablo risponde che certo vogliamo vedere nell’isola remota «i resti del passato», ma che «la causa vera è lo scontento del tempo che viviamo, della nostra vita, di noi»; troviamo qui la genesi della letteratura di viaggio in un processo d’insoddisfazione e fuga, sino a «morirne» e «vivere nel … Continua a leggere